skip to Main Content

Rimini, 23/04/2020

Le novità del Milleproroghe

Lo sapevi già che il 29 febbraio 2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il cosiddetto decreto “Milleproroghe” (più precisamente: Legge di conversione n° 8 del 28 febbraio 2020)?

Tra le molteplici misure contenute in tale provvedimento, in vigore dal 1° marzo, una, in particolare, riguarda l’autoconsumo di energia prodotta in situ da fonti energetiche rinnovabili.

Prima dell’attuazione del decreto, sino allo scorso 29 febbraio, non era possibile, salvo pochi casi particolari, condividere tra più utenti l’energia prodotta, ad esempio, da un impianto fotovoltaico. Ciò significava che in generale a ogni impianto doveva necessariamente corrispondere un’utenza (un contatore) e che su tale utenza erano calcolate e incentivate l’energia auto-consumata direttamente, l’energia auto-consumata in un secondo momento (scambio sul posto) e, infine,l’energia in eccesso rispetto ai propri fabbisogni. Tale corrispondenza biunivoca in un certo senso limitava la convenienza economica dell’installazione di impianti in edifici caratterizzati da multiutenze.
Pensiamo in primis ai condomini, ma anche a tutti gli edifici plurifamiliari: l’installazione di impianti singoli per ogni utente generalmente era una strada difficilmente percorribile e, in ogni caso, faceva lievitare i costi. Anche l’alternativa, un solo impianto finalizzato alla copertura dei fabbisogni elettrici comuni, di certo non costituiva una soluzione ottimale, in quanto essi nella maggior parte dei casi sono minoritari rispetto alla somma dei fabbisogni delle singole utenze.

Fortunatamente il decreto Milleproroghe ha provveduto a cancellare questo impedimento formale. Anticipando di fatto ciò che è richiesto dalla nuova direttiva europea sulle fonti rinnovabili (art. 21 e 22 della cosiddetta RED II), il provvedimento dice che “è consentito attivare l’autoconsumo collettivo da fonti rinnovabili […]” secondo le modalità e alle condizioni stabilite dal decreto stesso.

Il percorso per rendere attuativo l’autoconsumo collettivo sarà ancora lungo ma, in attesa dei provvedimenti necessari a garantire l’attuazione delle disposizioni, la strada pare ormai tracciata.

Fatti Contattare senza impegno



Acconsento al trattamento dei dati personali come descritto nell'informativa.
Ai sensi del D.Lgs. n.196/2003 autorizzo SGR Servizi S.p.A. a contattarmi per ricevere informazioni sulle offerte commerciali e ricevere assistenza.

Rimini, 23/04/2020

Fatti Contattare senza impegno



Acconsento al trattamento dei dati personali come descritto nell'informativa.
Ai sensi del D.Lgs. n.196/2003 autorizzo SGR Servizi S.p.A. a contattarmi per ricevere informazioni sulle offerte commerciali e ricevere assistenza.

Serve aiuto? …O vuoi semplicemente saperne di più?

Approfitta del nostro consulente energetico! Un servizio gratuito messo a tua disposizione da SGR Servizi.

Back To Top