Contatore

Il contatore e la misura del gas

L'unità di misura del gas è il metro cubo (mc), tuttavia, i consumi di gas sono fatturati in  Standard metri Cubi (Smc). Gli Smc si ottengono moltiplicando i mc per un coefficiente di conversione (C), definito in modo diverso per ogni località. Gli Scm esprimono la quantità di gas contenuta in un metro cubo a condizioni standard di temperatura (15 C°) e pressione (1.013,25 millibar, cioè la pressione atmosferica).
Coefficiente di conversione (C) è il coefficiente che converte il consumo misurato dal contatore, espresso in metri cubi, nell’unità di misura utilizzata per la fatturazione, cioè gli Standard metri cubi. Il coefficiente di conversione C è necessario poiché il volume di una medesima quantità di gas, è legato alla pressione e alla temperatura a cui tale quantità è consegnata. Ad esempio, la stessa quantità di gas occupa un volume diverso a seconda che venga consegnato ad una località di mare o di montagna. Per fare in modo che tutti i Clienti paghino lo stesso importo a parità di energia consumata è necessario effettuare questa conversione: ad esempio, se il consumo misurato dal contatore è pari a 110 mc ed il valore del coefficiente C è 1,027235, allora i metri cubi standard fatturati saranno: 110 x 1,027235= 112,99585 Smc.
Potere calorifico superiore (P) è un parametro che indica l’energia fornita al Cliente attraverso un metro cubo standard di gas. E' necessario convertire il consumo di gas, espresso in metri cubi, in consumo di gas valorizzato in energia (grandezza rilevante per il Cliente finale). Il parametro P, infatti, rappresenta la quantità di energia contenuta in un metro cubo di gas a condizioni standard di temperatura e pressione.

 

Verifica metrica del contatore

Se il Cliente ha motivo di ritenere che il proprio contatore non funzioni correttamente, può richiedere la verifica metrica contattando il Servizio Clienti al N° Verde 800 900 147 o recandosi presso uno dei nostri Sportelli Cliente .

 

SGR SERVIZI consiglia prima di richiedere la verifica metrica di effettuare un primo semplice controllo per accertarsi se il contatore rileva il consumo anche con rubinetti o interruttori  chiusi. Se così fosse,  il maggior consumo può essere imputabile a problematiche dell’impianto o ad apparecchi collegati (caldaia, scaldabagno ecc.), ma non al cattivo funzionamento del contatore.
 
Una volta richiesta la verifica, le prove saranno effettuate da tecnici specializzati e abilitati dal distributore locale di competenza. In alcuni casi potrebbe essere necessario inviare il contattore presso un laboratorio qualificato. Se la verifica conferma le irregolarità segnalate dal Cliente le spese di prova e di riparazione saranno a carico di SGR SERVIZI, viceversa,  se il funzionamento del contatore dovesse risultare regolare, il Cliente dovrà accollarsi il costo della prova variabile  in base al servizio e alla tipologia del contatore.